Mese: aprile 2020

Microscopi: guida alla scelta, quali variabili considerare

Una volta scelto il tipo di microscopio più congeniale, di cui si ha bisogno, entrano in campo altre variabili da considerare. La più importante è la qualità. Questo aspetto attiene, in particolare, alla struttura, ai materiali di costruzione, al tipo di obiettivo e all’illuminazione. Se si prende ad esempio un microscopio ottico ci sono tre aspetti da considerare. Innanzitutto, un modello ottico ha due fonti di ingrandimento. La fonte principale è data dall’obiettivo, mentre la fonte secondaria è rappresentata dall’oculare. L’ingrandimento complessivo si ha moltiplicando la potenza (ingrandimento) dell’obiettivo per quella dell’oculare. Ad esempio: gli oculari standard hanno una potenza di 10x. Quando si utilizza un obiettivo 100x, l’ingrandimento totale sarebbe 1.000x. In secondo luogo, cosa importantissima e da non sottovalutare, non bisogna cadere nella trappola di essere ‘abbagliati’ da elevati livelli di ingrandimento. Infatti, non tutti sanno che la… Leggi Tutto Continua a leggere

Che differenza c’è fra le cuffie con isolamento acustico e quelle ‘noise cancelling’?

Le cuffie con isolamento acustico sono diverse dalle cuffie ‘noise cancelling’ progettate per la cancellazione del rumore. Infatti, invece di filtrare elettronicamente l’audio, i modelli con isolamento acustico ‘stoppano’ i rumori ambientali prima che questi possano raggiungere l’orecchio bloccandoli mediante cuscinetti di schiuma che fanno da ostacolo al loro passaggio verso il canale uditivo. Di positivo c’è che l’isolamento acustico ha lo stesso effetto, se non migliore, della cancellazione dei rumori nel ‘congelare’ i suoni ambientali. Ciononostante, le cuffie ‘noise cancelling’ risultano più comode da indossare. Attenzione, però, quando si parla di isolamento totale. L’utilizzo di questo tipo di cuffie è consigliato più che altro dentro casa o in ambienti protetti, in quanto sarebbe rischioso uscire, passeggiare o viaggiare sui mezzi pubblici totalmente avulsi dalla realtà circostante, senza avvertire alcun rumore o suono esterno. Proprio per questa ragione si sconsiglia… Leggi Tutto Continua a leggere

Cuscini per cervicale, perché scegliere un modello in memory foam

Se il tuo problema è la cervicalgia, devi intanto capire qual è il tuo stile di sonno. Tendi a dormire sulla schiena, a pancia sotto o sul fianco? Se ti attieni a una di quelle posizioni, allora è una buona idea cercare un cuscino progettato pensando alla posizione in cui dormi abitualmente. La maggior parte dei cuscini cervicali sono realizzati in memory foam, un prodotto noto per ‘imprigionare’ il calore. Quindi, se sei incline a soffrire il caldo mentre dormi, è una buona idea cercare opzioni progettate per dissipare il calore e mantenerti più fresco. Vuoi un cuscino regolabile? Alcuni cuscini per cervicale permettono di aggiungere o rimuovere un riporto in schiuma di lattice per poter personalizzare l’altezza e stare più comodi in base alle proprie preferenze, mentre altri non danno questa chance. Decidere se si desidera o meno… Leggi Tutto Continua a leggere