Che differenza c’è fra le cuffie con isolamento acustico e quelle ‘noise cancelling’?

Le cuffie con isolamento acustico sono diverse dalle cuffie ‘noise cancelling’ progettate per la cancellazione del rumore. Infatti, invece di filtrare elettronicamente l’audio, i modelli con isolamento acustico ‘stoppano’ i rumori ambientali prima che questi possano raggiungere l’orecchio bloccandoli mediante cuscinetti di schiuma che fanno da ostacolo al loro passaggio verso il canale uditivo. Di positivo c’è che l’isolamento acustico ha lo stesso effetto, se non migliore, della cancellazione dei rumori nel ‘congelare’ i suoni ambientali. Ciononostante, le cuffie ‘noise cancelling’ risultano più comode da indossare. Attenzione, però, quando si parla di isolamento totale. L’utilizzo di questo tipo di cuffie è consigliato più che altro dentro casa o in ambienti protetti, in quanto sarebbe rischioso uscire, passeggiare o viaggiare sui mezzi pubblici totalmente avulsi dalla realtà circostante, senza avvertire alcun rumore o suono esterno.

Proprio per questa ragione si sconsiglia l’utilizzo delle cuffie a isolamento ‘total’ mentre si è in mezzo agli altri, per strada, sui mezzi o impegnati in qualsiasi altra attività che richiede concentrazione e il bisogno di essere vigili su tutto quanto ci succede intorno. Molte cuffie isolanti, inoltre, hanno il difetto di pesare troppo, risultando scomode alla lunga, soprattutto se si intende ascoltare musica per ore. Chi pensa che le cuffie a cancellazione del rumore ci isolino da tutto sbaglia, proprio perché per natura è necessario rimanere connessi anche solo parzialmente col mondo esterno. Quindi non dovete pensare che questo tipo di cuffie blocchino qualsiasi rumore in entrata, dal momento che quando sono attive possono stoppare determinati suoni come i classici rumori di sottofondo o altri tipi di interferenze ambientali, ma è comunque possibile avvertire anche se non distintamente un treno che passa o un battibecco fra persone che ci stanno accanto.

Nella scelta di cuffie a cancellazione del rumore bisogna stare attenti, perché molte non sono buone. Restano due alternative: scegliere un’entry level economica, facendo appunto attenzione alla qualità o andare sul sicuro, optando per soluzioni di fascia alta per audiofili professionisti. Dipende dal budget che si ha a disposizione, trattandosi di due opzioni che prevedono spese molto diverse da un’estremità all’altra della ‘forchetta’ dei prezzi.