Epilatore a luce pulsata, perché preferirlo agli altri modelli?

Gli epilatori elettrici, a filo o cordless, riempiono una lunga lista di metodi epilatori che si differenziano per metodo (pinzette, laser, luce pulsata…) e tipo di testine (massaggianti, refrigeranti, wet&dry…) ma che, alla fin fine, hanno un unico scopo: liberarci dalla seccatura dei peli superflui. Non tutti gli apparecchi, però, lo fanno in modo piacevole. Alcuni epilatori ‘vecchio stampo’ provocano ancora gonfiori o arrossamenti soprattutto nei soggetti più sensibili, che avvertono l’insorgenza di questi sgradevoli sintomi soprattutto nelle zone delicate, subito dopo l’epilazione. Cosa fare? Sarebbe il caso di valutare la possibilità di cambiare il vecchio epilatore con uno nuovo, scegliendo magari fra la vasta gamma di innovativi modelli a luce pulsata. Con questi nuovi apparecchi che sfruttano i flash intermittenti di luce pulsata per aggredire il pelo non sorgono irritazioni, che invece in alcuni casi possono manifestarsi sotto forma di eritemi o altre fastidiose patologie dermatologiche se si è soliti usare l’epilatore della vecchia guardia.

A differenza dei modelli datati o meno accessoriati, l’epilatore a luce pulsata è un apparecchio sicuro se non in presenza di donne in gravidanza, anche se non c’è nessuna controindicazione scientificamente provata al suo uso sulle future mamme, semmai è più una precauzione. Oltre a bruciori e arrossamenti, può capitare che in soggetti con pelle sensibile l’uso di un comune epilatore meno ‘rispettoso’ può provocare anche gonfiori o protuberanze temporanee sulla pelle. Per evitarlo ci sono solo due modi: o prevenire il peggio con un trattamento pre-epilatorio a base di creme e sostanze emollienti che ‘addomesticano’ la pelle all’epilatore o cambiare modello optando, magari, proprio per un IPL.

Non è raro assistere dopo l’epilazione anche all’insorgenza di punti neri, brufoli o, peggio, peli incarniti che si formano nei punti lasciati vacanti dal pelo estirpato durante il trattamento. Tutto questo, oltre che essere dovuto all’uso di un cattivo epilatore, può essere anche il risultato di un attacco batterico ai follicoli sollecitati dal tiraggio del pelo o dall’apertura dei pori. Chi ha sperimentato, suo malgrado, questi effetti collaterali potrebbe fare un pensierino alla sostituzione del proprio epilatore ed essere più interessato, magari, a un tipo di epilazione a luce pulsata, come alternativa più valida e gratificante sia sul piano estetico che del risultato finale.