Fare l’acqua frizzante

Ad occhio e croce, per tante persone lì fuori esistono tante alternative di gusti e di preferenze in ogni ambito di quella che è la sfera della alimentazione corretta, e a questa forma di differenze non scappa neppure quello che viene visto come l’elemento naturale per definizione, e che è l’acqua come sappiamo. A molti l’acqua piace berla frizzante, e non tutti però hanno la voglia tutte le volte di comprarla: allora perchè non farla? Ecco che cosa si può fare: trasformare l’acqua naturale in acqua frizzante e lo si fa tramite un elemento chiamato gasatore di acqua. In che cosa consiste? Che cos’è e come si usa?

Una tipica macchina per l’acqua frizzante comprende una caraffa di vetro, un compressore d’aria, una bobina di scintilla ed elettrodi. L’acqua viene messa nella caraffa attraverso il foro superiore. Un piccolo tubo di gomma porta l’acqua alle bobine sul fondo della caraffa, dove viene accesa e riscaldata. Quando l’acqua viene riscaldata, si fa strada attraverso lo stretto spazio tra le bobine calde, vaporizzando tutto ciò che è nella caraffa.

Mentre il vapore viaggia attraverso i tubi, si condensa in goccioline d’acqua e poi esce attraverso i fori laterali della caraffa, lasciando i solidi dietro. Queste goccioline sono poi raccolte dal vuoto, insieme all’anidride carbonica nell’aria. L’intero processo è completo in pochi secondi, dando un meraviglioso scintillio bianco. Una nota importante sulla macchina scintillante è che produce questo effetto solo su prodotti che contengono anidride carbonica, come soda e succhi di frutta, il che significa che la maggior parte degli altri tipi di liquidi devono avere altre fonti di carbonio per produrre gli effetti desiderati.

Info e approfondimento qui sul sito www.guidagasatoridacqua.it.

La maggior parte dei prodotti che vengono utilizzati per fare il caffè espresso sono stati preparati con i metodi tradizionali, che includono il rotolamento dei chicchi, il setacciamento dei chicchi di caffè, la pressatura dei chicchi e la macinazione. Per creare un effetto scintillante, tuttavia, questi metodi devono essere adattati in modo che possano passare attraverso le scintille senza essere danneggiati. Il metodo adattabile utilizzato per fare questa bevanda prevede il passaggio dell’aria compressa attraverso la piastra piatta e il riscaldamento dei liquidi che devono essere riscaldati nelle cavità, seguito dall’introduzione del biossido di carbonio nel sistema.